Gluten Free: sì o no? eliminare il glutine non è sempre la scelta corretta

Gluten Free: sì o no? eliminare il glutine non è sempre la scelta corretta

Tra le nuove tendenze del 2020 è previsto l’incremento dell’utilizzo di farine alternative come farina di teff o di banana, due esempi di farine completamente gluten free.

La ricerca e l’attenzione all’alimentazione ha portato a scoprire che sempre più persone sono celiache o intolleranti al glutine e obbligate ad utilizzare questa tipologia di farine. Ma se le statistiche ci indicano che circa l’1% o 2% circa della popolazione italiana soffre di questo tipo di disturbo o è sensibile al glutine, è anche vero che il 98% non ha problemi e non ha bisogno di sostituire la propria dieta.

La pasta e il pane preparati tradizionalmente hanno in genere una composizione più naturale e meno artificiosa dei prodotti senza glutine. Ricerche hanno dimostrato che eliminare il glutine dalla dieta per moda o senza motivo può alterare l’equilibro della microflora batterica intestinale, come non è vero che faccia dimagrire o porti miglioramenti dal punto di vista nutrizionale, anzi potrebbe portare i risultati opposti dato che molti di questi prodotti hanno spesso più grassi e zuccheri.

 


Stampa