Le parole del Molino

Le parole del Molino

 

Vi dice qualcosa la parola “culmi”? I culmi, ossia i fusti dei cereali, sono ciò che rimane sul terreno una volta trebbiato il campo, quindi gli scarti. I culmi possiedono 5 o 8 nodi, pieni di tessuto spugnoso, mentre sono solitamente cavi negli internodi.

Anticamente, essi raggiungevano anche i due metri di altezza, ma i forti venti potevano causare grovigli di piante che favorivano la proliferazione di muffe; per questo attraverso il miglioramento genetico, con il passare dei secoli, i culmi si sono abbassati fino a raggiungere al massimo 70-100 cm di altezza.

In seguito alla trebbiatura, i culmi vengono raccolti e compressi da appositi macchinari per formare alti cilindri o prismi caratteristici: le balle di paglia. La paglia, come il frumento, è usata dall'uomo da millenni. Oggi è impiegata in molti settori: dall'allevamento, all'edilizia e perfino alla produzione di energia rinnovabile.

 

 


Stampa